Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto "Va bene, ho capito!" o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie. Diversamente è possibile leggere l'informativa estesa.

Le Interviste
Typography
Una società che sta dando lustro all'atletica in campo regionale è la Fiamma di Macomer che, a partire dal 2006, ha ripreso in modo organizzato a portare avanti un discorso interrotto per alcuni anni per svariati motivi.
A parlarne in prima persona è una delle protagoniste di questa simpatica società, Norma Castori alla quale abbiamo lasciato il microfono aperto. Parlare della Fiamma Macomer e della sua storia per me non'è facile, non c'ero. Solo come Macomerese ho seguito le vicende legate a questa società, vicende che un pò somigliano a quelle della nostra città; grandi momenti di gloria,  primati regionali e nazionali, alcuni non ancora battuti, non ho date, non ho foto ricordo. Pietro Cadoni il nostro Presidente, però ha un archivio memorabile tunuto dal 1960 ad oggi. Ma sarebbe troppo facile spolverare le vecchie glorie. Posso parlare di quello che è la società dal 2006 ad oggi; infatti dopo alcuni anni di "riflessione" causata da impegni dei tecnici, proseguimento degli studi di alcuni atleti e altro ancora...arrivo io. 
 
Mai corso in vita mia. Parlando (torturando) con Pietro gli chiedo di farmi dare qualche consiglio da un tecnico. Dopo qualche tempo riesco a mettermi in contatto con PierPaolo Sannia e inizio a correre. Il mondo dell'atletica per me era praticamente sconosciuto, però una passione per lo sport in generale e soprattutto per i bambini faceva si che con PierPaolo, tra una corsetta e l'altra si fantasticava di avere una squadretta di piccoli e via progetti su progetti..io non progredivo ma la nuova società stava prendendo forma... E si sa che la passione e la buona volontà premiano sempre e così senza neanche quasi accorgercene ci troviamo oggi ad avere un centinaio di atleti che vanno dagli esordienti ai master. I piccoli, i ragazzi e i cadetti seguiti da me e PierPaolo sono per noi un'emozione continua, ogni gara non respiro bene finchè non ha finito di gareggiare l'ultimo dei nostri bambini e devo dire che non siamo mai tornati a casa senza portare qualche medaglia. Grande soddisfazione Pietro, io e PierPaolo l'abbiamo avuta anche quando siamo riusciti a riorganizzare "La Corsa Verde". C'è tanta fatica dietro , per organizzare e per portare avanti tutti i progetti che abbiamo di volta in volta (o di corsa in corsa) elaborato perchè siamo solo noi tre e passiamo ore e ore ogni giorno allo stadio.
 
Ma devo dire che a Macomer la nostra attività e ben vista e quando chiediamo sostegno riusciamo ad ottenerlo facilmente. Mi auguro che vada avanti così, tanti bambini, tanti ragazzi, tanto futuro. Come ho detto abbiamo tante soddisfazini in gara, ma quando trovi i tuoi atleti che aspettano che si aprano i cancelli dello stadio mezz'ora prima dell'ora di allenamento, allora capisci che stai facendo la cosa giusta. Progetti ce ne sono sempre tanti e sono sicura che riusciremo a portarli a buon fine. Per quest'anno abbiamo già in calendario due gare una a giugno e una a luglio; è una nuova sfida quella della gara al centro della città, siamo in movimento da alcuni mesi perchè vorremo che tutto andasse alla perfezone ma su questo vi riferirò in seguito...
Advertisement
Advertisement